Sapevi che lo sviluppo dei glutei è una particolarità prettamente umana? Molti osservando un cavallo al galoppo, ad esempio, ne avranno invidiato il lato B. Ma non si tratta di bei glutei in senso stretto!

L’uomo è infatti l’unico primate ad aver adottato un’andatura eretta al punto da divenire totalmente bipede. Questa evoluzione è la causa dello sviluppo del GRANDE GLUTEO, il muscolo più potente del corpo umano.

Tornando al cavallo ed i quadrupedi in generale, il suo gluteo è in proporzione molto meno sviluppato rispetto a quello umano. La groppa, che normalmente viene associata al sedere dell’animale, è in realtà costituita dai muscoli ISCHIOCRURALI. Hai voglia a correre cavallino…!!!

Ma veniamo agli esercizi solleva-chiappe.

Dello Squat, pilastro dell’allenamento per parte inferiore del corpo, abbiamo parlato precedentemente. Analizziamo ora due semplici esercizi grazie ai quali possiamo concentrare il nostro lavoro proprio sul GRANDE GLUTEO.

  1. GLI AFFONDI:

In piedi, gambe leggermente divaricate. Inspira ed effettua un grande passo in avanti mantenendo il tronco dritto. Durante il movimento, la coscia che avanza deve fermarsi orizzontale al pavimento. Evita di urtare con il ginocchio per terra! Rimani in questa posizione un istante e, spingendo bene con il peso sul tallone, ritorna nella posizione iniziale espirando.

Errori: Se il passo è troppo breve lo sforzo sarà diviso fra gluteo e quadricipite. I piedi puntano entrambe avanti.

     

     2. IL PONTE CON I GLUTEI:

Allungati in posizione supina a terra. Mani appoggiate al suolo, braccia lungo il corpo e ginocchia flesse, perpendicolari ai talloni. Inspira e stacca i glutei da terra spingendo a fondo con la pianta dei piedi. Mantieni la posizione per qualche secondo contraendo i muscoli. Espira e torna in posizione SENZA posare il sedere per terra. Cerca sempre di portare la serie al cedimento (ossia ripetendo il movimento fino a che non senti le chiappe andare a fuoco!)

Errori: Attenzione alla distanza dei piedi e concentrati sulla contrazione durante l’esercizio. Non posare mai il sedere per terra e non franare giù dopo aver contratto.

 

Non mi resta che augurarti: BUON ALLENAMENTO!

Riccardo, il TUO Revolution Trainer

Se lo hai trovato interessante...Condividilo!!Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn
2017-01-27T06:42:41+00:00