Il mondo del fitness è divertente e fantasioso. Esistono poche certezze e centinaia di falsi miti. Proviamo a fare un po’ di luce nel variegato universo dell’alimentazione.

Faccio una premessa. Bisogna sempre distinguere fra consigli alimentari programma alimentare. Quest’ultimo, ossia una dieta equilibrata può e deve essere stilata sempre da un professionista.

Torniamo a noi. A cuor leggero.

La macchina umana è un meccanismo perfetto in grado di autoregolarsi alla ricerca del corretto equilibrio. È capace di immagazzinare una certa quota di energia sotto forma di grasso, ma sa anche valutare da quale substrato energetico attingere al fine di ricavare calorie necessarie al suo funzionamento. Quando si è alla ricerca di un calo ponderale della massa grassa, il binomio Alimentazione-Allenamento è senza dubbio il metodo migliore per un corretto dimagrimento.

Ma cosa s’intende per corretto dimagrimento?

La risposta è semplice: – massa grassa e + massa magra!

Molti ritengono che quando l’ago della bilancia inizi a muoversi in senso antiorario si possa festeggiare. Troppo facile. Senza un buon allenamento che trasformi la reale composizione corporea, quelli che ci hanno salutato non sono altro che liquidi e, ahimè, fibre muscolari!

Purtroppo molti ritengono che il sistema migliore sia quello di ridurre al minimo l’apporto di carboidrati, o addirittura eliminarli; altri preferiscono ricorrere a periodi più o meno brevi di digiuno; altri ancora si rosolano per ore in sauna, si limitano a sudare su di un’ellittica o pedalando sulla cyclette.

Questi concetti, del tutto infondati, continuano a fare proseliti poiché la maggior parte degli individui è abituata a pensare al proprio corpo quasi come ad un giocattolo a batterie cui basta dare una qualsiasi forma di energia per  metterlo in moto.

Carboidrati, proteine e grassi. Ogni elemento è fondamentale.

Rimpinguarsi solo di proteine, non è il metodo migliore per dimagrire e non pone affatto al riparo dall’aumento di peso. Le eventuali calorie in eccesso saranno ugualmente immagazzinate sotto forma di grasso.

Al contrario, limitare drasticamente l’assunzione di glucidi espone marcatamente all’impiego delle masse muscolari al fine di ottenere energia. In pratica, mentre lottiamo per far crescere i muscoli, cercando di tonificare il nostro corpo, lui rema contro bruciando proprio le fibre muscolari che vorremmo sviluppare!

La vere nemiche sono le cosiddette calorie vuote (alcolici… smettete subito di piangere… e bevande zuccherate). Limitare l’apporto di zuccheri semplici in favore di carboidrati complessi, ridurre drasticamente l’impiego di cibi grassi. Integrare in modo naturale l’apporto di fibre, che hanno il duplice vantaggio di indurre sazietà e di abbassare l’indice glicemico di molti alimenti. Quest’ultimo responsabile del processo di stoccaggio dei lipidi e del fenomeno, già analizzato in questo Blog, della resistenza alla Leptina. Via libera a verdure, legumi, e frutta (sempre monitorando le calorie) ricchi di sali minerali e vitamine, utili soprattutto come antiossidanti.

In fine, meglio non mangiare nell’immediato post allenamento, poiché è la fase in cui il grado di assimilazione dei glucidi è maggiormente elevato.

In conclusione, è tutto molto semplice:  Ogni alimento ha il proprio ruolo e niente va eliminato. Vuoi dimagrire? Tonificarti? Sentirti sano e in forma? Concedi al corpo l’energie di cui a bisogno per premetterti di allenarti alla grande! Tutto il resto è pura fantasia.

Riccardo. Il Tuo Revolution Trainer.

 

 

Se lo hai trovato interessante...Condividilo!!Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn
2017-02-19T09:10:08+00:00